CONSULENZA PEDAGOGICA

La consulenza pedagogica è un servizio professionale dedicato a chi vuole affrontare una situazione vissuta come un problema: e tutti, dai bambini agli adulti, possono vivere momenti di difficoltà che necessitano di un affiancamento temporaneo.

La consulenza pedagogica è una forma d’aiuto rivolta a qualsiasi problematica sociale, ai processi di apprendimento, al sostegno genitoriale e alla crescita personale e professionale di ognuno. I suoi obiettivi principali riguardano l’aumento del benessere della persona e il miglioramento della sua qualità di vita, mediante l’esclusivo mezzo dell’educazione, “tirando fuori” quindi gli strumenti necessari ad affrontare situazioni difficili, in vista di un possibile e auspicabile cambiamento.

Elenco prestazioni:

CONSULENZA PEDAGOGICA IN STUDIO:

Il pedagogista lavora esclusivamente sul presente e sulla situazione che la persona vive e sta vivendo, aiuta attraverso la metodologia e gli strumenti propri del pedagogista ad affrontare e scegliere le situazioni migliori per sé stesso. All’interno del percorso pedagogico-riabilitativo potranno essere utilizzati osservazioni specifiche e attività riabilitative in ambito pedagogico

1. Consulenza educativa genitoriale: 0-18 anni

La consulenza educativa genitoriale è un servizio e un sostegno rivolto ai genitori che si trovano alle prese con difficoltà educative-relazionali con i propri figli, aiutandoli ad affrontare le preoccupazioni e i dubbi o incertezze che essi affrontano nelle relazioni familiari, scolastiche sostenendoli nella crescita educativa dei figlia

Durante il periodo di crescita e sviluppo , dalla nascita alla adolescenza i genitori si possono trovare ad affrontare con i propri figli delle difficoltà legati proprio ai cambiamenti emotivi, psicologici o semplicemente di crescita dei propri bimbi. Difficoltà che se prese per tempo, non richiedono un percorso in presenza del bambino o dell’adolescente ma solo delle riflessioni per attuate delle modifiche nella relazione genitore-bambino

La consulenza pedagogica genitoriale si propone di fornire un aiuto a tutti i genitori per capire la situazione attuale di difficoltà trovando assieme nuove strade percorribili tenendo in considerazione l’età dei figli e alle loro dinamiche familiari

Gli obiettivi da percorrere assieme ai genitori:

  • attraverso i colloqui si individua il pensiero e lo stile educativo genitoriale
  • i pensieri dei bambini e le loro reazioni davanti alle difficoltà
  • il metodo educativo del genitore
  • ipotesi di cambiamento educativo per i genitori
  • consulenza pedagogica di verifica e nuovi obiettivi per ritrovare l’armonia educativa e familiare

Di cosa ci occupiamo:

  • stili educativi genitoriali
  • le difficoltà educative: quali enuresi notturne, difficoltà nello sviluppo del linguaggio, le paure dei bambini
  • problematiche nella gestione della rabbia dei bambini
  • le difficoltà emotive-relazionali
  • Accompagnare i genitori nella gestione condivisa dei bambini durante la separazione
  • affrontare il lutto o una malattia con i bambini
  • bambini bulli o vittime di bulli

 

2. Valutazioni competenze didttiche/formative ai bambini

3. Percorsi di rieducazione e potenziamento per bambini e adolescenti nelle aree: cognitiva, apprendimenti, affettivo-relazionale, del comportamento.

4. Consulenza pedagogica all’adulto nella sfera relazionale, di coppia, familiare, sociale

CONSULENZA PEDAGOGICA DOMICILIARE:

Il pedagogista affronta le difficoltà in loco coinvolgendo, in base alle difficoltà, tutto o parte dal nucleo familiare. Le difficoltà educative, la gestione delle problematiche scolastiche, le regole e la loro coerenza sono spesso le richieste dei genitori che richiedono questo tipo d’intervento.

La consulenza pedagogica domiciliare utilizza  strategie educative mirate a portare alla luce difficoltà che necessitano di come e cosa fare per ottenere dei piccoli cambiamenti e individuare delle possibili soluzioni

CONSULENZA PEDAGOGICA ON LINE

CONSULENZA PEDAGOGICA NELLE SCUOLE

Cosa fa il pedagogista negli asili nido e nelle scuole dell’infanzia?

La supervisione si pone come tavolo di lavoro in cui interrogarsi sui significati assunti dal lavoro educativo. Mira a promuovere una graduale ma radicale problematizzazione delle pratiche educative per poter ripensare il progetto educativo che sta alla base degli interventi agiti in un determinato contesto, provocando così micro-cambiamenti in fieri nelle pratiche educative e nel modo di pensarle.

“L’osservazione pedagogica in aula”

Incontri di supervisione in aula. Il pedagogista come osservatore discreto del clima di classe: gli incontri hanno l’obiettivo di osservare il gruppo e le sue dinamiche, individuare insieme agli insegnanti le “situazioni critiche” o quelli che vengono indicati come “i bambini difficili” al fine di capire come gestire al meglio i conflitti e dare preziose indicazioni alle insegnanti.

“Formazione e coordinamento pedagogico agli insegnanti” :

Durante gli incontri di equipe il pedagogista è mediatore all’interno del gruppo docente, aiuta nella definizione degli obiettivi educativi, nella scelta dei piani didattici e delle attività da proporre in classe. Ma il pedagogista è soprattutto colui che aiuta il corpo docente ad essere equipe, a risolvere i conflitti, a favorire l’espressione delle emozioni connesse al proprio ruolo, a crescere professionalmente, a formarsi rispetto a tematiche specifiche che si incontrano nel corso del proprio lavoro.

 

 

 

Annunci